Siulp - continua la battaglia contro i tagli alla sicurezza - intervista di Felice Romano Stampa E-mail
Scritto da segreteria provinciale 2012   

stampa_siulp.gifSiulp - continua la battaglia contro i tagli alla sicurezza - intervista del Segretario Generale Nazionale del Siulp Felice Romano su l'Espresso

Pubblica insicurezza

di Riccardo Bocca
 I tagli dei fondi rendono la vita degli agenti impossibile. E lasciano i cittadini senza protezione. Mentre partono le ronde, ecco in quali condizioni opera la polizia italiana   L'articolo pubblicato sul settimanale l'espresso di oggi è consultabile online su l'espresso online contiene, tra l'altro, l'intervista al segretario generale Felice Romano di seguito riportata. Nel portale de l'espresso è stato pubblicato anche un interessante video che documenta alcune delle situazioni di maggior degrado negli uffici e negli alloggi della Polizia, da Palermo a Milano.  
A un passo dal collasso
Il leader del sindacato più importante: "si va avanti con i sacrifici personali"
colloquio con Felice Romano di Riccardo Bocca   «La polizia è costretta a operare in condizioni allucinanti. Di più: emergenziali. Siamo a un passo dal collasso, e il tutto avviene nell'indifferenza generale...». Parola di Felice Romano, segretario generale del Siulp: il Sindacato italiano unitario lavoratori
di Polizia (circa30 mila iscritti ). «Ormai», dice Romano, «il funzionamento della sicurezza è affidato ai sacrifici degli agenti, sia sul piano economico - anticipando spesso le spese delle missioni - sia su quello fisico, con turni massacranti». Insomma, sostiene il leader del Siulp, «il settore della sicurezza è un cumulo di carenze: uno spettacolo triste che non onora il Paese».
Eppure, rispetto all'Europa, l'Italia ha il più alto numero di agenti in rapporto agli abitanti: 571 ogni 100 mila.
«Vero. Ma è un dato che risulta sommando tutte le nostre Forze dell'ordine (Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia penitenziaria e Forestale) oltre alle polizie locali. All 'estero, invece, per queste statistiche si considerano solo le Forze che
hanno competenza generale sul territorio (come da noi Polizia di Stato e Carabinieri).
Dunque il discorso non regge...».
Resta il fatto che, nell'Unione europea, siamo il Paese che investe di più in sicurezza (2,1 per cento del Pil) dopo la Gran Bretagna.
«Questo è importante: anzi, è proprio il nodo centrale. Dobbiamo abbattere le spese inutili, e l'unica strada per riuscire è coordinare le Forze di polizia sotto un'unica direzione. Se non lo faremo, i problemi resteranno. E gli sprechi pure».
A quali pensa, in particolare?
"Alle scorte. Alla loro diffusione spropositata, che mette in ginocchio i nostri organici. Ma anche alla demagogia delle ronde, incoraggiate dal governo Berlusconi mentre il 60 per cento dei poliziotti guadagna meno di 1.300 euro al mese».
Uno stipendio «sotto la soglia di povertà», conclude Felice Romano. Ma soprattutto, «sotto la soglia della dignità»
Fonte: Siulp-Nazionale
a cura di Salvatore Neglia Segretario Prov.le Siulp-Torino
 
< Prec.   Pros. >
reale_mutua_banner_300x200.jpg
auto_giannini.png
universit_rid.jpeg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi