Solidarietà ai feriti negli scontri Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
Active Image
SEGRETERIA PROVINCIALE

COMUNICATO STAMPA

Dichiarazione del Segretario Generale del SIULP di Torino Eugenio BRAVO

Il SIULP esprime massima solidarietà ai due colleghi rimasti contusi ieri durante la manifestazione nella zona semicentrale di Torino. 

Per l'ennesima volta assistiamo a raduni di gruppi all'interno dei quali si presentano, in sostanza, i soliti noti occupanti dei centri sociali, provenienti dal mondo anarchico/antagonista. Gruppi il cui intento non è protestare ma fondamentalmente cercare lo scontro. Manifestazioni le quali sfociano in atti che non sono consentiti dalla legge. 

Nel particolare, per quanto riguarda la giornata di ieri, era stata inscenata una protesta contro la costruzione di un nuovo supermercato, tra l'altro in un'area della città nella quale questo tipo di strutture sono assenti. Quello che doveva essere un presidio, in quanto non autorizzato come corteo, è stato invece volutamente fatto diventare una marcia da questi pseudo organizzatori i quali in questa maniera hanno violato l'ordine della Questura di Torino, consapevoli che già questo di per sé è reato.

Ma loro stessi per primi erano consapevoli che questo tipo di azione avrebbe portato conseguentemente ad un sovrapporsi alla forza di polizia schierata, quindi già il loro intento primario era proprio quello di andare a scontrarsi con la polizia. Chiaramente il corteo, ripetiamo non autorizzato, è stato ad un certo punto necessariamente fermato su ordine del funzionario di servizio e questi individui, anziché essere ottemperanti a quanto imposto hanno pensato bene di scontrarsi con i colleghi.

Al termine dei tafferugli, continua Eugenio Bravo, ancora una volta riportiamo feriti, questa volta un funzionario della Questura di Torino ed un operatore del V Reparto Mobile. 

Non servono tante parole per ribadire che siamo stufi che sempre più spesso qualcuno sul campo, in qualsiasi maniera, debba riportare delle lesioni, così come siamo stufi di vedere I soliti noti che tutte le volte creano turbative sul territorio cittadino.

Sono persone oramai conosciute e viste e riviste tutte le volte in piazza.

La misura è colma, che sia la val di Susa o che sia il territorio cittadino questi delinquenti, al termine delle loro azioni violente tornano indisturbati nei loro intoccabili Centri Sociali.

Torino, 16 gennaio 2022
 
< Prec.   Pros. >
reale_mutua_banner_300x200.jpg
convenzione_unimercatorum_siulp_2021.jpg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi