TORINO SIULP NEWS

siulp_logo_piccolo.jpg

INDENNITA' DI OP NEI SERVIZI ANTI COVID19

 

siulp_logo_piccolo.jpg

RISPOSTA AL DR. CIPRIANI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

RICHIESTA URGENTE MODIFICA ACCORDI DECENTRATI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

COMMISSARIATO SAN PAOLO - CAMERE FERMATI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

MANCATO E RITARDO ACCREDITO DEI BUONI PASTO

 

siulp_logo_piccolo.jpg

RINGRAZIAMENTO REGIONE PIEMONTE

 

siulp_logo_piccolo.jpg

PRESIDIO FIPI 24 OTTOBRE 2020

 

siulp_logo_piccolo.jpg

OMESSA RICARICA DEL TICKET

 
Inaudito servizio in alta montagna, in condizioni proibitive Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
Active Image
SEGRETERIA PROVINCIALE

COMUNICATO CONGIUNTO

SIULP - SAP

Dichiarazioni dei Segretari Generali SIULP e SAP

Inaudito servizio in alta montagna, in condizioni proibitive

Al Signor Questore

La salvaguardia dell'area TAV è di imprescindibile sicurezza strategica e richiede senza dubbio una presenza qualificata delle forze dell'ordine. 

Tuttavia la necessità di preservare il sito TAV deve necessariamente accompagnarsi con l'ausilio di adeguate misure atte a garantire un servizio efficiente, con la possibilità per gli operatori di adempiere al loro impiego confortati da apposite strutture logistiche.

È inaudito che nessuno, da parte dell'amministrazione, si stia ponendo quantomeno il dubbio se è plausibile, come non lo è affatto per queste OOSS, impiegare le forze dell'ordine in un servizio a temperature disumane e per sei ore consecutive come nell'area di "Antenna", dove non vi è nessuna possibilità per i poliziotti in servizio di avvicendarsi reciprocamente.

Il Siulp e il Sap chiedono che venga immediatamente rivista la tipologia del servizio che, senza la presenza di adeguate strutture che garantiscano temperature umanamente accettabili, non può essere in nessun modo tollerabile. 

Abbandonare e isolare in cima alla montagna operatori di polizia con temperature sotto zero (-15°) oltre ad essere "bestiale", non crediamo risponda alle reali esigenze di reattività e di vigilanza, qualora fosse necessario prevenire eventuali azioni "bellicose" da parte dei NO TAV.

Il SIULP ed il SAP chiedono senza se e senza ma che in assenza delle necessarie strutture logistiche che garantiscano la possibilità di svolgere il servizio in modo adeguato,  gli operatori di polizia non debbano più soffrire le pene dell'inferno sottoposti a temperature intollerabili. 

Nondimeno grave è il percorso irto che devono seguire i poliziotti per raggiungere "Antenna" con sentieri ghiacciati ed innevati. 

Inoltre la presenza dei "bagni chimici" ha qualcosa di inquietante se ci si sofferma ad osservare le loro stomachevoli condizioni igieniche.     

L'importanza del servizio di OP non può prevaricare la tutela della salute e l'incolumità dei lavoratori di polizia.  

Il SIULP ed il SAP fanno appello alla Sua sensibilità affinché la questione trovi immediata soluzione nell'interesse di tutti.    

Cordiali saluti.

Torino, 12 dicembre 2020
 
< Prec.   Pros. >
reale_mutua_banner_300x200.jpg
auto_giannini.png
universit_rid.jpeg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Torino Notizie

Città di Torino