TORINO SIULP NEWS

siulp_logo_piccolo.jpg

TEST SIEROLOGICI AL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

COVID 19 - BANCA DATI SOGGETTI POSITIVI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

  CURE SANITARIE PER TUTTI - COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

 

siulp_logo_piccolo.jpg

CONVENZIONI CON CENTRO MEDICO IGEA // REALE MUTUA E NOIPA // CENTRO OLISTICO HARMONIAI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

LETTERA DOCENTI CAMPUS EINAUDI - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

MISURA CAUTELARE PER SPACCIATORE ARRESTATO PER LA SECONDA VOLTA - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ESAME REGALATO DURANTE OCCUPAZIONE - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

  ENNESIMA GIORNATA DI VIOLENZE AL CPR DI TORINO - COMUNICATO STAMPA

 
COVID-19. Tamponi Forze di Polizia Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
siulp_logo_nuovo.jpgDocumento del Segretario Generale Provinciale
Eugenio A. BRAVO

COVID19 - TAMPONI FORZE DI POLIZIA

AL SIGNOR PRESIDENTE DELLA REGIONE  PIEMONTE  
- Alberto CIRIO -
                                                                               = T O R I N O =

Ill.mo Sig. Presidente,

in questi giorni di grande emergenza Coronavirus apprendiamo dagli organi di stampa che Lei ha riposto una grande attenzione nei confronti del personale sanitario della Regione Piemonte ed ha accolto il grido d'allarme, disponendo l'esecuzione del tampone di verifica a tutti i dipendenti del settore, a prescindere dalla loro sintomatologia.

Il SIULP, Sindacato di riferimento dei Poliziotti, nell'esprimere la più sentita vicinanza al personale sanitario che in questi giorni è sottoposto ad uno sforzo più che lodevole, non può che apprezzare tale iniziativa. 

Vorremmo altresì sottoporre alla Sua attenzione la delicata situazione nella quale si trovano ad operare le forze dell'ordine della provincia di Torino e della regione, impiegate costantemente nell'affrontare l'emergenza sotto l'aspetto contenitivo.

È di tutta evidenza che gli operatori si trovano a contatto, sul territorio, con una moltitudine di persone, verso le quali devono, non solo dimostrare, ma anche apparire rispettosi della profilassi disposta dalle Autorità sanitarie, dal Governo e dal Presidente della Regione. Un senso di abnegazione e di appartenenza degli Operatori delle Forze dell'Ordine, che si può porre in parallelo, a quello del personale sanitario.

Come prestabilito, anche agli operatori delle Forze dell'Ordine, così come avviene per la comune cittadinanza, il tampone viene eseguito solo se gli stessi manifestano evidenti sintomatologie o sia accertato il contatto con soggetti contagiati. Tuttavia la mission istituzionale delle forze dell'ordine sovraespone necessariamente i propri operatori al contatto quotidiano con la cittadinanza e, pur operando con le precauzioni necessarie, l'elevata possibilità di trasmettere o ricevere il coronavirus è innegabile. Al riguardo si aggiunga come la carenza di DPI e mascherine in particolar modo, non consentendo agli operatori di agire perseguendo adeguatamente le esigenze di profilassi richieste, aumentano l'indice di pericolosità per tutti.  

  Il triste paradosso di questa tragica condizione si evince soprattutto durante la fase dei controlli operati dalle forze dell'ordine dirette al contenimento del contagio e, nella quale, si è soliti ravvisare cittadini premuniti di mascherine, che vengono in contatto con gli operatori sprovvisti delle stesse.  Il sospetto o il timore che si posa trasmettere il contagio non è purtroppo solo teorico.

È oltretutto chiaro che diverrebbe molto difficile risalire al tutore dell'ordine, nel caso in cui un cittadino venisse contagiato, così come sarebbe difficile risalire al possibile utente positivo, nel caso opposto.

Sappiamo quanto abbia a cuore lo spirito con il quale le forze dell'ordine stanno affrontando questa pandemia. Siamo consapevoli come questa sia una lotta contro il tempo e con l'adozione di misure stringenti che comportano disagi e sofferenza per tutti. Proprio in virtù di queste esigenze di profilassi, Le chiedo di considerare la necessità di ricorrere al "tampone" per tutti gli operatori delle forze dell'ordine, quand'anche asintomatici, atteso l'alto rischio di contagio e di trasmissibilità derivante dal loro lavoro.    

I poliziotti seguono il protocollo, uscendo di casa solamente per necessità e per svolgere il loro servizio e sperano, al loro rientro, di non essere veicolo di contagio per chi sta loro vicino.

Ecco quindi che, ringraziandoLa per la Sua consueta attenzione verso le forze di polizia, Le chiedo di attivarsi nel dare la possibilità a tutti gli operatori delle forze dell'ordine di Torino e del Piemonte, di poter eseguire, il prima possibile, il "tampone", limitando l'epidemia e salvaguardando la salute dei nostri famigliari e dei nostri concittadini.

Cordiali saluti.

Torino, 19 marzo 2020

 
< Prec.   Pros. >
reale_mutua_banner_300x200.jpg
auto_giannini.png
universit_rid.jpeg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Torino Notizie

Città di Torino

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi