TORINO SIULP NEWS

siulp_logo_piccolo.jpg

ROTAZIONE ISPETTORI AL CIE

 

siulp_logo_piccolo.jpg

MENSA DEL V REPARTO MOBILE: IL POLLO INVISIBILE

 

siulp_logo_piccolo.jpg

RIUNIONE DELEGATI UPGSP

 

siulp_logo_piccolo.jpg

LAUREARSI IN MODO AGEVOLE A TORINO CON IL SIULP

 

siulp_logo_piccolo.jpg

VERBALE E DOCUMENTO FINALE DIRETTIVO PROVINCIALE - NOVEMBRE 2016

 

siulp_logo_piccolo.jpg

CRITICITA' COMMISSARIATO CENTRO

 

siulp_logo_piccolo.jpg

EMERGENZA RIMPATRI A BARDONECCHIA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

EMERGENZA 159/LEON COMM. SAN SECONDO


 
Mensa V Reparto Mobile – Il Pollo Invisibile Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
SEGRETERIA SEZIONALE
V REPARTO MOBILE

AL SIGNOR DIRIGENTE IL V REPARTO MOBILE

Francamente la misura è colma...

Già molte volte abbiamo segnalato la scarsità delle portate che riguardano i secondi piatti serviti presso la mensa del V Reparto Mobile, non ultima in occasione della Verifica avvenuta il mese scorso, come da Verbale che tutti possono consultare, tuttavia dopo un'apparente miglioramento durato il battito d'ali di una farfalla la situazione è tornata pessima.

Già avevamo fatto presente che servire mezzo sgombro della lunghezza di circa 15 cm come secondo era fuori di ogni parametro, infatti successivamente lo sgombro miracolosamente diveniva intero, ma in una sola occasione.

Bene, non vi è mai fine al peggio, infatti nella giornata del 05 Dicembre c.a., per il II ordinario, i commensali si sono visti servire come secondo N.1 fuso di pollo, non N.1 coscia (fuso e sovracoscia) ma un solo fuso del peso presunto di circa 50/60 grammi. Diciamo presunto in quanto nel momento in cui il collega chiedeva di poter verificare la pezzatura della pietanza appurava che questo si poteva fare solo la mattina.

I colleghi per servizio frequentano tante mense di varie questure e reparti e mai si sono visti servire un fuso di pollo o mezzo sgombro quindi, dopo aver segnalato già troppe volte questa situazione, riteniamo che sia giunto il momento di porre fine alle prese in giro, con la speranza che questi episodi non si verifichino più.

Diversamente, saremo costretti a prendere iniziative più incisive....non è il medico che ci costringe a consumare i pasti in mensa.....non è il medico che ci indica di farci dare i sacchetti d'acqua in sostituzione del pasto, ricordando che per N.10 bottiglie da 500 ml la ditta che gestisce la mensa percepisce il corrispettivo del pasto.

L'auspicio, ma anche la ferma determinazione di questa O.S., è che la mensa del Reparto Mobile di Torino rispetti e garantisca tutti i presupposti essenziali per far si che possa definirsi una vera mensa per poliziotti.

Cordiali Saluti.

 
Pros. >
volantino_rid.jpg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

EuroCqs per Siulp

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi