TORINO SIULP NEWS

siulp_logo_piccolo.jpg

TEST SIEROLOGICI AL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

COVID 19 - BANCA DATI SOGGETTI POSITIVI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

  CURE SANITARIE PER TUTTI - COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

 

siulp_logo_piccolo.jpg

CONVENZIONI CON CENTRO MEDICO IGEA // REALE MUTUA E NOIPA // CENTRO OLISTICO HARMONIAI

 

siulp_logo_piccolo.jpg

LETTERA DOCENTI CAMPUS EINAUDI - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

MISURA CAUTELARE PER SPACCIATORE ARRESTATO PER LA SECONDA VOLTA - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ESAME REGALATO DURANTE OCCUPAZIONE - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

  ENNESIMA GIORNATA DI VIOLENZE AL CPR DI TORINO - COMUNICATO STAMPA

 
Sanzione per Citazione Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
Active Image
SEGRETERIA PROVINCIALE

DICHIARAZIONI DEL SEGRETARIO GENERALE DEL SIULP DI TORINO EUGENIO BRAVO.

Che la legge debba essere uguale per tutti, come scritto in un articolo pubblicato su La Stampa di Torino non c'è alcun dubbio.

Tuttavia, sanzionare secondo il codice della strada senza valutare minimamente le ragioni dei poliziotti che parcheggiano la propria auto nell'area riservata alla Polizia Penitenziaria adiacente al Palazzo di Giustizia, nonostante sia esposto sull'auto il permesso di parcheggio "Polizia di Stato", non può passare inosservato.

Già perché se è vero come è vero che un poliziotto parcheggiava la propria auto negli spazi stradali riservati alla Polizia Penitenziaria dato che i parcheggi riservati alla Polizia di Stato erano tutti occupati, è altresì vero che il poliziotto era stato citato in Tribunale per aver proceduto all'arresto di un malvivente per estorsione e maltrattamenti in famiglia; in una ipotetica scala di priorità atteso che era a tutti gli effetti in servizio e con la propria auto (evitando di impegnare i già carenti mezzi e uomini dell'Amministrazione) anziché essere sanzionato avrebbe dovuto essere agevolato.

Purtroppo nel nostro Paese non sempre il buon senso guida le scelte di chi ha l'onere di assolvere a certi incarichi: attardarsi a comprendere le ragioni degli altri non dovrebbe essere una scelta necessariamente superflua.

Il poliziotto aveva provato a spiegare al Vigile le ragioni per le quali fosse stato costretto a parcheggiare l'auto in quel posto, ma riceveva una infastidita risposta invitandolo a non fargli perdere tempo.

In tutti i lavori viene richiesta efficienza e rapidità ed il Vigile stava svolgendo indubbiamente il suo compito, forse anche preoccupato da una probabile autorevole richiesta d'intervento.

Ci sono tuttavia lavori in cui il mero automatismo se privo di lungimiranza e di un minimo di praticità intellettuale soggettiva diventa veramente insopportabile e lascia un segno scoraggiante indelebile.

Il poliziotto, il giorno dopo, da buon cittadino provvedeva a pagare la sanzione irrogata nonostante avesse svolto il suo doveroso servizio a favore dell'amministrazione della giustizia.

A noi resta invece l'amarezza di dover rappresentare una situazione spiacevole e, al di là di ricorsi o giustificazioni, oggettivamente evitabile.

Torino, 2 ottobre 2016.

 
< Prec.   Pros. >
reale_mutua_banner_300x200.jpg
auto_giannini.png
universit_rid.jpeg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Torino Notizie

Città di Torino

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi