TORINO SIULP NEWS

siulp_logo_piccolo.jpg

DINIEGO SOLIDARIETA' VERSO FDO A SETTIMO TORINESE

 

siulp_logo_piccolo.jpg

LA CRITICITA' DEI NUOVI DISTINTIVI DI QUALIFICA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ASSEMBLEA GENERALE SIULP - 22 MAGGIO 2019

 

siulp_logo_piccolo.jpg

PER LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI CITTADINI PIEMONTESI - CONFERENZA STAMPA CONGIUNTA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ASSOLUZIONE ESPONENTI ANTAGONISTI - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

NUOVA OCCUPAZIONE DA PARTE DI ANTAGONISTI - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ENNESIMA VIOLENZA SESSUALE - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

DICHIARAZIONE SUL TASER - COMUNICATO STAMPA

 
Rapporti informativi UPGSP e disposizioni sulla privacy Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
Active Image
SEGRETERIA PROVINCIALE

COMUNICATO CONGIUNTO

SIULP - SAP

AL SIG. QUESTORE - TORINO

In tutte le cose, soprattutto per quelle che riguardano i giudizi espressi da un Organo superiore autorizzato a decidere sul merito dei lavoratori, è indispensabile seguire una procedura che non crei differenze tra gli stessi, soprattutto quando le differenze dipendono da un diverso metodo adottato dal dirigente, deputato ad esprimere la valutazione.

Non è possibile e non è giusto che un poliziotto, solo perché ha la fortuna/sfortuna di lavorare con un dirigente che ritiene di esercitare il suo potere decisionale in maniera più restrittiva che altrove, debba essere penalizzato vedendosi attribuire un punteggio minore rispetto ad altri suoi colleghi.

Quanto sopra descritto è esattamente ciò che sta accadendo ai poliziotti dell'UPGSP che anziché vedersi riconoscere, come altrove, un minimo di miglioramento del punteggio legato al rapporto informativo, il loro punteggio non subirà variazioni, ma resterà fermo, irremovibile. Già perché il metodo, molto soggettivo, assunto dal Dirigente dell'UPGSP tiene conto di una eventuale progressione solo se il collega ha ottenuto un premio ufficiale (lode, encomio ecc.). Tutti coloro che invece non hanno avuto premi ufficiali devono restare, per così dire "fermi al palo" e ciò a prescindere se durante l'anno abbiano lavorato con assiduità, professionalità e grande impegno che poi, per chi ha l'onere e l'onore di prestare servizio per il controllo del territorio, è inevitabile.

Niente da fare; per il dirigente dell'UPGSP, poiché il suo criterio è fermo ad una visione legata all'età del dipendente e al premio ufficiale, il punteggio di tutti i colleghi che non rientrano in queste caratteristiche deve restare bloccato.

Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, non c'è tregua per questi poliziotti. Devono essere sottoposti ad una radicale distinzione dai loro pari qualifica in servizio in altri Uffici anche sotto l'aspetto dello "specchio valutativo".

E non solo. Si perché l'ultima novità che si fa strada in codesto Ufficio è la lettera sulla privacy sottoposta a visione e firma a tutti i poliziotti e proprio durante la presa visione del loro "entusiasmante" rapporto informativo. C'è da chiedersi cosa significhi quest'ultima trovata del dirigente, atteso che la privacy sui dati o sulle informazioni di servizio è assodato, per non dire scontato, che non possano essere divulgati.

Certo la fiducia è una cosa seria e sicuramente il dirigente dell'UPGSP proprio non riesce a fidarsi del suo personale. Ma anche qui, una scelta tutta del dirigente dell'UPGSP il quale evidentemente trova irresistibile differenziarsi dai dirigenti degli altri Uffici di polizia che ben si guardano dal far prendere atto di una cosa, come le disposizioni sulla privacy, scontata e con normative ben chiare circa le sue violazioni.

Riteniamo che la situazione non possa continuare in questo modo.

La calma, la pazienza dei poliziotti dell'UPGSP e dei loro sindacati, sono messe a dura prova. Ma una cosa possiamo garantire, queste OOSS non molleranno mai la presa e non abbandoneranno mai i poliziotti dell'UPGSP al loro destino.

Auspichiamo che la Sua indiscussa autorevolezza possa ravvedere e far rivedere con maggior oculata attenzione i rapporti informativi dei poliziotti dell'UPGSP che, diversamente, diventerebbero oggetto di segnalazione, attesa la scelta palesemente discriminatoria circa il metodo usato dal Dirigente dell'UPGSP.

Cordiali saluti.

Torino, 26 giugno 2016

 
< Prec.   Pros. >
auto_giannini.png

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Torino Notizie

Città di Torino

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi