TORINO SIULP NEWS

siulp_logo_piccolo.jpg

ASSEMBLEA GENERALE SIULP - 22 MAGGIO 2019

 

siulp_logo_piccolo.jpg

PER LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI CITTADINI PIEMONTESI - CONFERENZA STAMPA CONGIUNTA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ASSOLUZIONE ESPONENTI ANTAGONISTI - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

NUOVA OCCUPAZIONE DA PARTE DI ANTAGONISTI - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

ENNESIMA VIOLENZA SESSUALE - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

DICHIARAZIONE SUL TASER - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

CLAVIERE, UN SERVIZIO IMPOSSIBILE - COMUNICATO STAMPA

 

siulp_logo_piccolo.jpg

MINISTRO DELL'INTERNO IN DIVISA - COMUNICATO STAMPA

 
I minuti del digiuno Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
siulp_logo_nuovo.jpgDocumento del Segretario Generale Provinciale
Eugenio A. BRAVO

Al Signor Direttore Centrale delle Specialità- ROMA
Al Signor Dirigente RPC- TORINO
Al Signor Dirigente V° Reparto Mobile TORINO
All' Ufficio Relazioni Sindacali - ROMA
Al Segretario Generale Nazionale SIULP - ROMA
e  p.c.
Al Signor Questore - TORINO

Con tutto il possibile rispetto: i minuti del digiuno o i minuti della vergogna? Sicuramente minuti in cui si evidenzia in tutta la sua tristezza il limite di taluno.

In tutta sincerità ce lo saremmo risparmiato un documento come questo se solo fossimo convinti che servisse a qualcosa sotto il profilo formativo. In verità sappia mo perfettamente che questa nostra espressa contrarietà, non servirà a stimolare l'esame di coscienza di taluno.

25 novembre ore 14,32, il dramma si compie. 4 colleghi del Reparto Prevenzione Crimine giungono trafelati con ben 2 minuti di ritardo presso la mensa del Reparto Mobile, tuttavia gli addetti alla mensa stanno comunque accingendosi a riempire i loro piatti. "2 minuti di ritardo! OK ci sta" avranno pensato gli addetti mensa "facciamo mangiare questi poliziotti". Invece no. Sembra proprio che un zelante funzionario del Reparto Mobile, molto attento alle dinamiche organizzative della mensa del Reparto, vietava in modo inderogabile di riempire i piatti dei colleghi e dare loro il pranzo. Con lo sguardo attonito e mortificato gli addetti alla mensa obbedivano e i poliziotti "ritardatari" restavano a digiuno.

Il fatto si commenta da solo. Che il Reparto Mobile di Torino abbia subito una trasformazione gestionale, per noi in negativo, che ha coinvolto alcuni funzionari non è una novità. Che possa arrivare a questo limite per il SIULP è grave e dovrebbe far pensare seriamente a chi ha l'onere e l'onore di formare i futuri dirigenti di Polizia.

Ma un paio di interrogativi questa OS deve necessariamente porre all'attenzione del superiore Ministero. Il funzionario Del Reparto Mobile può decidere liberamente di consumare il pranzo in mensa nell'ora che ritiene più opportuna anche 12,30/13,00 purché entro le 14,30? Ma poi, verranno recuperati i minuti utilizzati per la consumazione del pasto? Perché una cosa dovrebbe essere chiara a tutti: pretendere "giustamente" il rispetto fiscale dell'orario di chiusura della mensa non esime da tutte le altre regole che legittimano il vitto.

Al superiore Ministero l'ardua sentenza. Dal canto nostro, noi del SIULP, l'abbiamo già emessa.

Cordiali saluti.

Torino, 26 novembre 2015

 
< Prec.   Pros. >
auto_giannini.png

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Torino Notizie

Città di Torino

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi