I "lauti" stipendi dei poliziotti usati anche per comprale le divise estive Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
Active Image
SEGRETERIA PROVINCIALE

DICHIARAZIONI DEL SEGRETARIO GENERALE DEL SIULP DI TORINO EUGENIO BRAVO.

"Sono state finalmente distribuite in tutto il nostro Paese le nuove e più agevoli divise operative per i poliziotti in servizio di volante e nei Reparti Prevenzione Crimine.

Purtroppo, ironia della sorte, o meglio della lungimirante spending review, queste divise non sono state distribuite in modo da vestire tutti i poliziotti.. Cosicché, a Torino, per lavorare meglio e non sembrare l'esercito di "Franceschiello" (con poliziotti in servizio con divise differenti), più di un centinaio di costoro, che non hanno avuto il "privilegio" di ricevere dal Ministero dell'Interno la completa vestizione, si stanno ingegnando ed arrabattando  cercando di acquistarle, di tasca propria,  cominciando dalle più agevoli magliette "polo".

Non solo, ma poiché ai più fortunati sono state distribuite due sole magliette estive della divisa, costoro sono costretti, se non vogliono nella calura estiva ridursi durante il servizio in uno stato pietoso, a partecipare al "gruppo d'acquisto" delle divise estive, acquistandone altre due e garantendosi così un cambio settimanale quantomeno dignitoso.

In sintesi, chi non avesse ricevuto nessuna maglietta estiva, per garantire il controllo del territorio in modo più pratico, acquisterà 4 magliette a sue spese mentre, chi ha già ricevuto 2 magliette, ne acquisterà altre 2.

Può sembrare tutto molto ridicolo, magari esilarante. Sicuramente non lo è per i poliziotti.

Non sono i soldi che i poliziotti spenderanno per acquistare le magliette estive a farli letteralmente adirare, ma il senso di indifferenza verso chi rappresenta una tra le tante Istituzioni importanti dello Stato e che sicuramente non si può annoverare tra i "noti" e poco condivisibili privilegiati. Poliziotti che è bene ricordarlo, tutti i giorni, si trovano sulle strade per difendere lo Stato ed aiutare i cittadini.

Certo, si può fare il poliziotto anche con divise differenti, non è l'abito che fa il monaco: ma noi del SIULP crediamo che il degrado di uno Stato si possa manifestare anche attraverso una discutibile organizzazione, che fa apparire i suoi uomini e le sue donne, per usare un eufemismo, trascurati e molto poco uniformi.

Teniamo a tranquillizzare chi non fosse aduso alle divise degli apparati della sicurezza, che non c'è nel Paese una ulteriore Polizia che svolge analogo servizio; si tratta solo di una differente divisa, si spera per poco, indossata da operatori che appartengono sempre alla Polizia di Stato". 

Torino, 24 maggio 2015
 
< Prec.   Pros. >
LAUREARSI A TORINO
CON IL SIULP
linkcampus1.jpg
auto_giannini.png

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi