Comunicato Congiunto su Servizi di O.P. Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   

Servizi di Ordine Pubblico: i sindacati di polizia incontrano informalmente il Questore di Torino

Un incontro, sebbene informale, quello tra i sindacati di Polizia torinesi ed il Questore all'insegna della massima collaborazione. La destinazione naturale è quella di conciliare le esigenze concernenti l'OP con la salvaguardia dell'incolumità dei cittadini manifestanti e non ultimo dei lavoratori di Polizia.

I sindacati torinesi richiamano l'attenzione sul necessario rispetto, da parte di tutti, per le regole ispirate ai criteri di legalità e si pongono a baluardo dei valori inerenti le libertà costituzionali, che sono alla base della convivenza civile e democratica dello Stato.

Durante l'incontro le O.O.S.S. hanno rappresentato il grande spirito di abnegazione dei poliziotti e la loro necessità a sentirsi tutelati nell'ambito del loro lavoro, sottolineando soprattutto gli esempi di grande professionalità che contraddistinguono gli operatori di Polizia, spesso adombrati da mirate strumentalizzazioni, volte a camuffare l'integrità morale della Polizia di Stato. Al Questore di Torino i sindacati hanno altresì chiesto di conoscere la predisposizione del sistema logistico e la tipologia degli orari di servizio che non trasformino, il già difficile lavoro, in un insopportabile calvario operativo.

La manifestazione, continuano i Segretari dei sindacati di Polizia, deve essere un momento di alto senso di responsabilità da parte di tutte le componenti sociali, politiche e istituzionali affinché, il legittimo dissenso sociale, sia esercitato nel rispetto della legalità, di coloro che la tutelano e di coloro che la applicano: i magistrati.

Per le O.O.S.S. i problemi di carattere politico/sociale non possono continuare ad essere il pericoloso pretesto per ingenerare altissime tensioni di O.P. scaricate violentemente sulle Forze di Polizia.

Per i sindacati di Polizia occorre un salto di qualità e l'affermazione di una nuova coscienza sociale che non avvilisca e strumentalizzi l'impegno istituzionale di coloro che, con il proprio lavoro, garantiscono le libertà politiche e di pensiero. Non è più possibile che nel nostro Paese, per taluni, la legittima libertà di manifestare per perseguire un proprio obiettivo funga sempre e comunque da pretesto per interpretare la presenza delle Forze di Polizia come una sorta di avverso interlocutore il cui dovere, quello di garantire la libertà a manifestare nel rispetto della legalità, viene considerato, nell'immaginario collettivo di alcuni segmenti della società, una mera repressione.   Ben vengano dunque tutti i supporti tecnologici che possano rappresentare con puntualità e chiarezza le svariate situazioni inerenti l'O.P., a garanzia di tutte le parti interessate.

I poliziotti sono favorevoli a tutte le legittime manifestazioni purché il diritto ad esprimere il proprio pensiero non debordi nell'illegalità o nell'odio violento contro le Forze di Polizia. In proposito risuonano alte le parole pronunciate dal Capo dello Stato che in occasione della ricorrenza della festa della Polizia ribadisce con fermezza che non ci può e non ci deve essere avversione verso le forze di polizia, insostituibile baluardo della democrazia.

I sindacati di Polizia torines hanno nel loro DNA il rispetto per le libertà costituzionali, ma non saranno mai silenti e non esiteranno a difendere sindacalmente i poliziotti di fronte ad eventuali violenze o aggressioni ingiustificate.

Torino, 9 maggio 2014
 
Gli Uffici Stampa          
SIULP, SAP, SIAP, SILP, UGL, COISP, CONSAP, UIL POLIZIA.
 
< Prec.   Pros. >
LAUREARSI A TORINO
CON IL SIULP
linkcampus1.jpg
auto_giannini.png

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi