Comm.to Centro/Autocentro - Chiarimenti Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
siulp_logo_nuovo.jpgDocumento del Segretario Generale Provinciale
Eugenio A. BRAVO

Le strumentalizzazioni e la demagogia non servono proprio a nessuno, men che meno ai colleghi del Comm.to Centro e dell'Autocentro.

Pensare o anche solo immaginare che il Siulp di Torino, prediliga alcuni colleghi di un ufficio piuttosto che di un altro o fantasticare su eventuali giudizi di colleghi più o meno bravi, significa parlare di fantascienza.

Il rispetto che il Siulp di Torino nutre verso i poliziotti è ineguagliabile e a dimostrarlo è la sua storia espressa puntualmente nei suoi documenti sindacali.

Le manipolazioni della realtà e le interpretazioni di comodo fanno parte di un bagaglio culturale e deontologico che non appartiene al Siulp.

Per il Siulp, i colleghi del Comm.to Centro, sono vittime di un sistema organizzativo che li costringe a lavorare in condizioni strutturali inadeguate, che mortificano la loro dignità.

L' impellente necessità e urgenza di reperire uffici idonei, per far fronte all'importante servizio operativo di un Comm.to di P.S., non può tuttavia prestare il fianco ad una "guerra tra poveri".

L'Amministrazione non può decidere sul futuro ambiente lavorativo dei poliziotti, disinteressandosi completamente degli interessati, considerandoli meri numeri da spostare a seconda della convenienza.

Vero è che i colleghi dell'Autocentro, durante pubblica assemblea e nel direttivo provinciale hanno rappresentato una sorta di agguato, dal quale sembrava prossimo il trasferimento dell'ufficio.

E' altresì vero che i colleghi dell'Autocentro hanno rappresentato un particolare attaccamento verso la struttura nella quale lavorano, le cui condizioni da tempo ottimali, cosa rara per buona parte degli uffici di polizia di questo capoluogo, ha generato in alcuni colleghi una spontanea opera di manutenzione, tanto da paragonare gli uffici in questione ad abitazioni private.

Tuttavia, questa buona volontà dei colleghi dell'Autocentro, non ha nulla a che vedere con le pessime condizioni strutturali del Comm.to in questione e soprattutto nulla ha a che vedere sulla buona volontà di questi colleghi impegnati costantemente a lavorare in condizioni strutturali deficitarie.

Lo abbiamo detto all'inizio e lo ribadiamo in conclusione, le strumentalizzazioni fine a se stesse non aiutano nessuno e se qualcuno si sentisse tanto leguleio da fornire lui, per il Siulp, un'autentica interpretazione di quanto scrive questo sindacato, vorrà dire che "ce ne faremo una ragione".

Nel frattempo il Siulp, come precisato nel documento del 14 u.s, continuerà come ha già fatto in occasione dell'ispezione effettuata dal suo R.L.S.  insieme ad altre due OO.SS., a sollecitare una risoluzione condivisa da tutti i colleghi a prescindere dagli uffici in cui lavorano, all'insegna della solidarietà tra colleghi.

Torino,17 aprile 2014
 
< Prec.   Pros. >
LAUREARSI A TORINO
CON IL SIULP
linkcampus1.jpg
auto_giannini.png

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi