All'attenzione dei colleghi della Polstrada Stampa E-mail
Scritto da Segreteria Provinciale Torino   
Active Image
SEGRETERIA PROVINCIALE

Recentemente la Segreteria Provinciale del Siulp di Torino ha incontrato il personale ed i delegati prestanti servizio presso la Polizia Stradale di Susa.

Dall'incontro, ricco di confronto e proposte, è emerso che alcune ancora attuali lacune, dovranno essere ponderate in maniera seria, totale e costruttiva.

In primis, risulta tutt'ora incomprensibile come in un Ufficio di Polizia così delicato, non scordiamoci l'esatta ubicazione dello stesso, la reperibilità giornaliera assegnata è unica, investente esclusivamente un dipendente (praticamente l'Ufficiale di p.g.). Di recente è accaduto che su di un intervento esperito dal reperibile di turno, costui dovesse recarsi sul luogo dell'emergenza DA SOLO, senza un autista, per risolvere il problema. Il luogo dell'emergenza si trovava in terra di trincea No-Tav, con tutti i rischi e pericoli del caso. Una modalità di intervento francamente insostenibile.

Il Siulp ritiene indispensabile che dal portafoglio delle reperibilità presenti nelle varie strutture del Compartimento Stradale, sarebbe utile prevederne una ulteriore reperibilità giornaliera, per consentire la minima sicurezza lavorativa laddove ve ne sia bisogno. Ciò in virtù della previsione del prossimo impiego del personale, per l'estensione dei cantieri per l'alta velocità in valle.

Inoltre, nell'ottica della razionalizzazione delle risorse, il Siulp chiederà un immediato intervento per migliorare la cura e la puntualità nella vestizione dei colleghi che operano in uniforme ogni giorno, ricordando altresì che, per chi presta servizio in abiti civili, la possibilità di fruizione del buono previsto per l'acquisto di detti prodotti e ormai da anni una chimera.

Infine, in via definitiva, diventa logisticamente importante la decisiva e tempestiva consegna dei generi di conforto previsti per il personale, non più consegnati a pacchi dopo mesi e mesi di mancata fruizioni degli stessi, ma con consegne a cadenza settimanale. Infatti, nella procedura della ricezione dei generi di conforto, gli stessi, dovrebbero essere consegnati in concomitanza con l'inizio del servizio, per poter essere immediatamente utilizzati, senza attendere diversi mesi come accade oggi. Se l'Amministrazione rimanesse passivamente latente su questa ingiustizia, la nostra Organizzazione Sindacale proporrà con forza, come già accaduto per i pasti previsti presso strutture convenzionate, che anche i generi di conforto vengano distribuiti a modi ticket, singoli o accorpati. Tale modalità consentirebbe ai poliziotti di dar luogo ad una virtuosa organizzazione sì da poter essere immediatamente utilizzabili presso un qualsiasi autogrill, bar o supermercato riscontrabile e convenzionabile in loco. Stesso discorso dovrebbe valere per il vetusto ed ormai "passato" istituto del "pacco di caffè" previsto.

In attesa di favorevoli riscontri da parte dell'Amministrazione, la struttura provinciale, unitamente ai delegati presenti sul posto, è pronta e ricettiva su ogni concreto bisogno richiesto dai colleghi.

Torino, 21 marzo 2014

 
Pros. >
reale_mutua_banner_300x200.jpg
auto_giannini.png
universit_rid.jpeg

contattaci.jpg

facebook.png
youtube.png

Statistiche di accesso

da martedì 15 maggio 2012: Contatore utenti connessi
da venerdi 4 dicembre 2015:
Utenti connessi